Convegno “Donna e Salute”

29 Maggio 2018

Complesso Monumentale S. Spirito in Sassia

Lungotevere in Saxia, 1

Problemi e Soluzioni per Donne Vittime di Violenza Fisica e Psicologica

Problemi e soluzioni per le donne vittime di violenza fisica e psicologica Negli ultimi 5 anni le violenze fisiche o sessuali sono passate dal 13,3% all’11,3%. Questo risultato – secondo il Ministero e l’Istat – è frutto di una maggiore informazione, del lavoro sul campo, ma soprattutto di una migliore capacità delle donne di prevenire e combattere il fenomeno anche grazie a un clima sociale piu recettivo ed alla condanna della violenza. Nessuna storia di violenza nelle relazioni intime comincia con «L’ho incontrato e mi ha insultato al primo appuntamento». Anzi, spesso, all’inizio, i futuri maltrattanti sono i più gentili ed affascinanti partner che una donna possa desiderare. In alcuni casi le dinamiche del maltrattamento si evolvono lentamente e impercettibilmente, in un crescendo sempre più incontrollato ed incontrollabile. Urla, insulti, calci a oggetti durante le liti, rappresentano aspetti delicati da non sottovalutare, come pure le squalifiche costanti, la quotidiana svalutazione e denigrazione. È quindi importante cercare di affrontare il fenomeno in un’ottica di prevenzione delle violenze lavorando anche con gli uomini violenti o potenzialmente violenti.

Un punto di vista prezioso e autorevole ci giunge da rappresentanti di Codice Rosa. Nato nel 2010 come progetto pilota a Grosseto, ideato dalla dottoressa Vittoria Doretti, il Codice Rosa si è diffuso poi in diverse regioni italiane. Si tratta di un percorso di accesso al pronto soccorso riservato a tutte le vittime di violenze che vivono una condizione di particolare fragilità. Non sostituisce quello di gravità, ma viene assegnato contestualmente da personale addestrato a riconoscere i segnali di una violenza subita, anche se non espressamente dichiarata. Quando viene assegnato, si mette in moto il gruppo operativo composto da personale sanitario (medici, infermieri, psicologi) e dalle forze dell’ordine. Con il convegno Donne e Salute, Donne al Centro si propone non solo di portare la discussione all’attenzione delle Istituzioni, delle varie categorie professionali e della società civile , ma vuole fornire un aiuto concreto alle donne vittime di violenza attraverso l’attivazione di un pool di medici specialisti unitamente al team di psicologici che opera in sette città italiane attraverso gli sportelli di ascolto ed un pool di avvocati specializzati in diritto di famiglia per ora presenti su Roma ed in via di estensione anche in altre città.

logo-centrato-bianco

Se hai bisogno contattaci subito, ti risponderanno professionisti pronti a darti aiuto e supporto